La rosa dei venti
Un viaggio in bicicletta

PROGETTO OLTRE SENTIERI
UN VIAGGIO SUI CRINALI
ATTRAVERSO LE QUATTRO PROVINCE
UNA GIORNATA IN MOUNTAIN BIKE,
A CAVALLO O A PIEDI
OLTREPO' PAVESE
LE GUIDE, LE MAPPE, IL SITO WEB

di
Giovanni Portinari
Via San Francesco d'Assisi, n° 9, 27058-Voghera PV

Raccogliere dati, battere "palmo a palmo" i sentieri e le strade del nostro caro Oltrepò Pavese, cercando di entrare nella testa di chi vuole affrontare una escursione così come geo-referenziare tutti i sentieri del territorio e molti nelle valli adiacenti: questo il risul-tato ottenuto in quasi sette anni di lavoro ed esposto con la nostra pubblicazione.
Spesso occupandoci di ripulire e riaprire un sentiero

I dati raccolti e i numeri del progetto
 55 il numero dei percorsi.
 900 i punti di interesse geo-referenziati con fotografia.
 1400 gli indirizzi raccolti inerenti alle strutture di vitto, alloggio e vendita dei prodotti tipici.
 260 le feste, sagre e gli eventi, descritti, fotografati e filmati.
 500 le clip video finora inserite nel canale you-tube di Oltresentieri
 5000 i km rilevati e geo-refenziati con il sistema gps.
 4500 i bivi geo-referenziati e catalogati con fotografia.
 2300 i km dei percorsi descritti nella guida.
 3600 i km che riguardano gli itinerari di lunga percorrenza e tematici.

Nei viaggi abbiamo raccolto immagini video e fotografiche di paesi, castelli, chiese, fonta-ne, monti, crinali, conformazioni rocciose, alberi monumentali e mulini; abbiamo visitato musei, parchi e giardini.

Di tutto ciò, oltre alle immagini fotografiche, abbiamo realizzato alcuni video già usufrui-bili sul canale "You-tube" di Oltresentieri,(https://www.youtube.com/user/Oltresentieri/videos) pronti per eventuali documentari che potranno essere sviluppati con gli scritti inclusi nel libro.
Inoltre abbiamo frequentato le feste e le sagre più importanti che si svolgono in Oltrepò

Numerosi i chilometri di strada che abbiamo affrontato nelle più svariate condizioni mete-orologiche, quasi sempre con la nostra bicicletta da montagna, alla ricerca di posti e luo-ghi spesso dimenticati che andrebbero riportati alla luce.

Difficile spiegare quali emozioni possano regalare questi luoghi, ma ne parliamo con il cuore e con gli occhi di chi ha il sentiero davanti a sé, passo dopo passo, guardando e vi-vendo le meraviglie che la nostra terra sa offrire.
assaporare gli odori e i profumi , ammirare il sole al tramonto e le albe al mattino , sentirsi sfiorare da caldi brezze o ammirare il paesaggio innevato …. Sensazioni indescrivibili …avvertite marciando in sella alla MTB immersi nella natura anche la più selvaggia a qualunque ora della giornata ed in qualsiasi periodo dell' anno !

"Oltresentieri" non è solo un'idea: è la somma di tanti anni sulla mountain bike, di tanti sentieri percorsi lungo le valli e in giro per l'Italia.
Ci siamo chiesti come si potessero unire le nostre esperienze con quelle di altri biker tutti all'interno di un'unica struttura: da qui è nata l'idea del progetto "Oltresentieri".
"Oltre", perché racchiude la realtà dei sentieri non solo dell'Oltrepò Pavese, ma anche delle Quattro Province.
"Oltre", perché non offre ai soli escursionisti e/o biker la possibilità di usufruire di questa messe di dati.
"Oltre", perché la pubblicazione non è riservata alla sola mountain bike, ma anche allo sci, alla bici da strada : percorsi per famiglie e passeggiate.
"Oltre", perché questa guida guarda al futuro ed è la prima di una collana di percorsi per mountain bike e per camminatori.
Questo lavoro non intende sostituirsi al vasto panorama di pubblicazioni già esistenti, ma intende fornire un'impronta diversa e particolare, inserendo spunti nuovi per apprezzare ciò che le nostre zone ci regalano.
Per la redazione del libro e del sito, infatti, ci siamo, sì, avvalsi di libri, manuali e riviste; tuttavia, non ci siamo lasciati scappare l'opportunità di andare sul posto per vedere, foto-grafare e filmare, osservando e ammirando il tutto con l'occhio del turista.

La mappa
Ci sarà anche una mappa allegata al libro, a integrazione delle mappe inserite nella guida. La mappa è una parte fondamentale del lavoro: permetterà di visualizzare il percorso, es-senziale per comprendere ogni itinerario in dettaglio. La mappa prevede inoltre: una serie di varianti ai percorsi e tutta la rete dei sentieri da noi rilevati. È prevista un'appendice all'interno della quale saranno elencate le bellezze del territorio nonché le schede tecniche, le schede altimetriche e gli indirizzi dei servizi usufruibili in Oltrepò Pavese.
La mappa a fianco riguarda è solo di esempio e riguarda quella della Alta Val Curone, progettata e stampata per il Bike Park di Caldirola"

Tanta passione che ho trasformato nel libro che vi presento
La prima edizione della guida è dedicata all'Oltrepò Pavese.

La guida
La parte iniziale, dedicata alla cultura del territorio, è divisa in vari capitoli: ciò che è pos-sibile ammirare con gli occhi, i sapori da gustare, la storia da ricordare; tutto quello che l'Oltrepò Pavese può regalare ai nostri sensi.
La seconda parte è dedicata ai percorsi per la mountain bike, validi anche per l'escursionismo, e in parte agli amanti delle passeggiate a cavallo. Oltre alle descrizioni portate al minimo dettaglio, la guida è arricchita da tabelle, dati sui percorsi e mappe iden-tificative. I percorsi sono stati pensati e progettati con una lunghezza relativamente breve, con l'intento di poterli effettuare in giornata, ma anche studiati per poterli unire ad altri e renderli usufruibile anche dai "biker" più esigenti, con basi di partenza nei pressi dei centri più importanti con la possibilità di effettuare anche soste notturne.
Nella pagina successiva alleghiamo un piccolo esempio della nostra guida

Il sito www.oltresentieri.com
Oltre al libro e alla mappa, esiste un sito web: la parte multimediale di quanto descritto nel libro. In particolare, ogni paese, museo, parco e ogni percorso avrà la propria specifica clip video. Le tracce dei percorsi avranno il loro download su formato adatto per i gps.
Importante è la mappa di Google dove si potranno visualizzare tutti i percorsi, le possibili-tà di vitto, alloggio e acquisto di prodotti tipici e, infine, la localizzazione con fotografia e/o video di tutte le bellezze descritte nella guida ed evidenziate sulla mappa.
Nel sito troveranno spazio anche altri siti partner che trattano di ecoturismo, come itinerari con la bici da strada ed escursionismo proposte dalle associazioni culturali che operano nel territorio
La particolarità di questo mezzo sfrutta le nuove tecnologie che qualsiasi smart-phone di nuova generazione supporta. In pratica tutto questo importante data-base di località si unisce alle tante tracce dei nostri percorsi e a tutti gli altri sentieri rileva-ti. Tutto questo, per l'escursionista (nelle varie tipologie) si traduce a sapere in ogni momento la propria posizione, cercare un posto dove sostare, vedere le bellezze di un paese, e così via. Una importante novità.
Il sito è in costruzione ed è in continuo aggiornamento, ma sarà funzionante in corrispon-denza con l'uscita della guida.
Parte integrante del sito è il canale di Oltresentieri inserito sul portale You-tube (https://www.youtube.com/user/Oltresentieri/videos)(al momento quasi 80.000 visite)

Ben presto, appronteremo altre guide e mappe per:
 itinerari di tre o più giorni di percorrenza, che tracceranno le vie più importanti che attraversano i nostri crinali (la "via del mare" e la "via del sale", il sentiero europeo, la via longa); itinerari essenzialmente destinati ai camminatori, ma che avranno le studiate varianti per gli amanti della mountain bike;
 itinerari tematici, come i sentieri della guerra, delle chiese, dei castelli e le vie dei pel-legrini, che ci porteranno a Bobbio, centro religioso del territorio chiamato delle Quattro Province;
 itinerari per famiglie, cioè una serie di percorsi facili che andranno a solcare le sterra-te lungo quella fascia di territorio posta tra le nostre colline e il fiume Po. Ci sarà i-noltre la ricostruzione del tracciato che da Voghera porta a Varzi lungo le strade, ci-clabili e sentieri che corrono lungo la ex ferrovia Voghera -Varzi e il torrente Staffo-ra.
Con la collaborazione di altri, che come me, condividono lo sport come mezzo di comuni-cazione, è già in fase avanzata la guida che riguarda le Valli Curone, Grue, Ossona e Bor-bera, che seguirà il filo conduttore di questo progetto. ("Lo stralcio della mappa riguarda quella della Alta Val Curone progettata e stampata per il Bike Park di Caldirola")

Potenzialità del nostro lavoro
Oltre ad essere la prima guida completa di escursionismo, nelle sue varie forme, è soprat-tutto una immensa raccolta di dati, vorrei citare un solo dei tanti, ad esempio i 270 luoghi di culto sparsi per tutto l'Oltrepò Pavese, catalogate con dovizia di particolari, tra cui foto-grafie e video.
Tutte queste particolarità aprono la via ad altri sbocchi quali :
-Una ricerca più accurata e storica di tutti i monumenti, creando una raccolta unica per questo territorio.
-Per quanto riguarda i sentieri, il nostro progetto è talmente ricco di particolari che si presta perfettamente alla tracciatura e segnalazione a norme CAI di una moltitudine di sentieri nuovi e/o ripristino di altrettanti già segnalati da segnavia ormai sbiaditi.
-Creare un pool di persone qualificate che si occupano di sport e di turismo sportivo, a-prendo a nuovi sbocchi che riguardano il turismo turistico e sportivo, richiamando attività sportive di più ampio respiro e a livello nazionale. Un esempio, più gare di mountain bike, che richiamano sia sportivi che turisti. Voglio solo citare le gare di discesa sportiva ormai a livello nazionale, che si svolgono a Caldirola, dotata di seggiovia che in pochi minuti porta sul crinale tra il Monte Giarolo e ilo Monte Chiappo. Questa unita a quelle di Pian del Pog-gio e del Monte Penice, possono creare un comprensorio che può avvicinare molti turisti con la mountain bike, sciare, ciaspolare ma soprattutto a camminare, trovandosi con poco sforzo già sui crinali della Via del Sale e del Mare

Conclusioni
Da un recente studio, è emerso che il 48% dei turisti-natura va in vacanza proprio per fare sport, il 23% ci va per riposarsi, il 15% per scoprire l'enogastronomia di altre regioni, l'11% per le tradizioni storiche. Lo studio spiega che tra il 2012 e il 2013 è in atto un vero e proprio boom del cicloturismo, che fra le attività preferite dei turisti natura balza al primo posto superando per la prima volta l'escursionismo. Segno tangibile della grande capacità di adattamento del turismo- natura, che sta vivendo una seconda giovinezza proprio grazie alla flessibilità e alla capacità di adattamento. Da segmento di nicchia, il turismo-natura è stato capace di attestarsi come una rilevante quota di mercato che sta affrontando la crisi strutturale del turismo con minori difficoltà di altri settori. Fra i punti di forza, la capacità di garantire la sostenibilità dei servizi in destinazione e la forte alleanza con l'agroalimentare autentico, che con l'enoturismo resta uno degli assi portanti del made in Italy. L'Oltrepò Pavese è già pronto da tempo per questo lancio.
Quale spunto migliore, allora, per cogliere l'occasione di lanciare questo progetto, ambi-zioso, ma che crediamo valga la pena perseguire. Un progetto unico, completo e innovati-vo che si pone l'obbiettivo di dare una svolta a questo territorio, ponendolo al pari delle più grandi realtà italiane che vivono esclusivamente di turismo.