La rosa dei venti
Un viaggio in bicicletta

NOTE TECNICHE

TABELLA DELLE DIFFICOLTA'

I PASSI PER ORGANIZZARE QUI IL TUO PERCORSO

DIRITTI

-Volutamente circolari e di durata massima di poche ore, i percorsi sono stati suddivisi in sequenza rispettando l'ordine delle "zone" , troverete più avanti le varie delimitazioni delle zone di riferimento, questo per dare la possibilità al neofita di avvicinarsi ai nostri luoghi, e al "supeallenato" di organizzare gite di durata più elevata unendo altri percorsi di altre zone, che in ogni caso si possono consultare le pagine web dedicate ai Tour delle Quattro Province, agli Itinerari Tematici e alle Vie Principali.

-La preferenza è il più possibile su sterrato e nella ciclabilità in salita, mentre per la discesa si può svariare dai percorsi facili, ai difficili, e a quelli estremi, rammentando che le norme di sicurezza oltre a prevedere il casco sempre in testa, prevedono anche il "buon senso" quindi se non si è sicuri di ciò che si sta per fare ........ si scende dalla bici!!!!!!. Ci saranno quindi delle indicazioni sulle difficoltà e sui punti pericolosi, ricordando sempre che Gli autori non garantiscono l'esattezza e l'esaustività dei testi (itinerari, tracciati ecc...) e non si assumono alcuna responsabilità su eventuali incidenti, inconvenienti o qualsivoglia infortunio che possa derivare dall'uso o dall'interpretazione delle informazioni divulgate sul sito.

-Molte Notizie o altro riferimento possa essere utile, lo potete trovare nella parte del sito dedicata ai "Itinerari nelle Quattro Province".

-Sulla mappa di google viene visualizzato il quadro riepilogativo delle "delimitazioni zone", dove puoi inquadrare il tuo percorso, ma si possono trovare oltre alle bellezze del territorio anche i punti dove poter effettuare una riparazione al tuo "mezzo", o se malauguratamente, abbiamo bisogno di assistenza sanitaria. Ciò non toglie che è buona norma, e dovrebbe essere sempre così, informarsi preventivamente tramite il web o agli info points che esistono in queste zone.

-Le mappe di riferimento :

Di solito sono di grande utilità le mappe che vengono prodotte le APT locali (su base cartografica di aziende di primo livello, vedi qui le legende)

NOTE TECNICHE CHE RIGUARDANO I PERCORSI NELLE QUATTRO PROVINCE

Termini tecnici
Waypoint (WPT)
Termine tecnico che viene usato assciato all'uso dei GPS, indica un punto preciso (latitudine, longitudine, altimetria) quale un bivio, un cambio di direzione, una fontana, un segnavia, un rifugio... in breve indica un punto che permette di identificare che siamo sulla direzione giusta.
KML o KLZ
Estensione di un file che ci permette di visualizzare la traccia sull'applicativo "google-earth "
SHP
Estensione di un file di una traccia leggibile dai software usati soprattutto per sovrapporli alle Carte Tecniche Regionali .
GPX
Estensione di un file di una traccia leggibile da tutti i GPS, adatti a leggere tracce di questo tipo, di solito sono GPS adatti al trekking, o per biciclette o palmari che hanno installato un applicativo software per GPS.

LE STAGIONI NELLE QUATTRO PROVINCE
Evitare di mettersi in bicicletta appena dopo una abbondante pioggia, il terreno di queste zone è argilloso , ed anche se esistono tracciati che assorbono l'acqua piovana molto più di altri, difficilmente potremo tornare a casa con bicicletta e scarpe pulite. Il web ci può dare una notevole mano per non incappare nel bel mezzo di una pioggia o nevicata.
Primavera
Ottima, le condizioni ideali, il fresco del mattino, i profumi, i colori della vegetazione che si svegliano, insomma un vero paradiso
Estate Altrettanto ottima, nelle giornate di alta estate limitarsi alle prime ore della mattinata oppure organizzare escursioni nella parte alta del territorio
Autunno Ottima, i colori stupendi della natura, dei vigneti e dei boschi sono delizia per i nostri occhi. Nelle zone alte si inizia a sentire il freddo ed il vento, perciò valgono le buone norme delle escursioni in alta montagna.
Inverno Non sarebbe male se pioggia o la neve, la malta non ci dessero qualche problema; meglio aspettare che il freddo "congeli" i sentieri. Per gli amanti del "non possiamo fare a meno di andare in MTB" non sarà una novità dire che il ghiaccio è "duro" a contatto con la pelle....... qundi ridurre le velocità, ed aprirli tutti gli occhi a disposizione!!!!

Il consiglio è di organizzare il tuo percorso nel periodo che scorre da primavera all'autunno, e durante il tragitto alziamo ogni tanto la testa ed ammirare non solo ciò che sta attorno a te ma anche ciò che ti circonda. Flora, fauna, paesaggi, paesi, castelli, chiese, ecc. ecc. non hanno niente da invidiare ai posti più rinomati d'Italia, che hanno solo il vantaggio di essere più sponsorizzati o richiesti dalla moda. In queste zone la buona tavola proviene dai frutti spontanei della terra o ricavati dal lavoro dell'uomo e sono un pregio ed un vanto; salumi, funghi, tartufi, formaggi vini ecc. ecc. e ricette tradizionali sono riconosciuti dalle DOP, DOC di Italia e d'Europa. Ecco perchè ti invito a consultare la pagina della Cultura dove troverai, notizie, immagini e video dei paesi, usi e costumi della gente d'Oltrepò Pavese e delle Quattro Province. Le tradizioni culinarie si mescolano con le feste, sagre, cantine aperte, che nel periodo che parte dalla primavera fino all'autunno inoltrato, abbondano per il piacere del visitatore.

NOTE TECNICHE
Tutte le note tecniche qui sotto riportate (vedi anche la legenda) provengono dai rilievi effettuati direttamente sul territorio e rilevati con il GPS, sebbene siano precisi hanno comunque un errore, e sono rilevati considerando un "biker" di medio livello. Meglio sempre consultare anche una mappa.
Tempi di percorrenza
Dato proveniente dai rilievi del GPS, esenti da soste,
Lunghezza del Percorso Dato proveniente dai rilievi del GPS
Segnavia Sebbene sono molti i sentieri segnati più o meno a norme CAI, la segnaletica è scarsa o se esiste è ormai obsoleta. Un vero peccato per queste zone!!!!!!!!!
Dislivello Dato proveniente dai rilievi del GPS
Difficoltà
Le tabelle riportate nelle legende sono essenziali per affrontare un tragitto, mi permetto di visualizzare un tabella molto schematica, in ogni caso voglio ricordare che le difficoltà sono puramente soggettive e hanno molte variabili, quindi consultarla ma rendersi conto sempre dei propri mezzi e capacità. Resta il fatto che la maggior parte dei sentieri non presentano particolari difficoltà, la difficoltà è sempre nella individuazione del percorso rispetto alle proprie capacità

-Segnavia e simbologia: ho usato tutti i segnavia originali che si trovano marcati sui sentieri: la lista completa la potete trovare cliccando qui. La simbologia Road Book è stata creata interamente da noi.

- Ripara biciclette : sulla mappa di google trovate anche, a mezzo simbologia, dove poter riparare le biciclette in caso di bisogno, sapendo che la domenica è praticamente impossibile trovare un negozio aperto, quindi il sacchetto degli attrezzi è necessario.

- Assistenza Sanitaria : sulla mappa di google trovate anche, a mezzo simbologia, dove poter trovare assistenza necessaria in caso di bisogno, sapendo che bisogna in ogni caso attrezzarsi singolarmente, ma anche annotare i numeri di telefono dei luoghi dove poter trovare assistenza... il 118 in ogni caso è sempre il numero da ricordare. (leggi anche qui qualche nota)

- Ove è stata indicata una fontana (o qualsiasi altro punto di riferimento indicato) è perché fisicamente c'era una fontana, quindi ci perdonerete se al vostro passaggio non la troverete più e soprattutto non saremo responsabili in nessun modo se la troverete con la scritta "non potabile", è assolutamente chiaro che non ne siamo gli autori. Rinnovo lo spirito di queste pagine quali da essere un solo suggerimento, quindi vi invito sempre a documentarvi sia sui percorsi che sul vostro sostentamento nei libri e nei siti delle aziende autonome locali o sulle guide del posto.

-Tutti i sentieri in questa e nelle pagine collegate, sono stati mappati e georeferenziati, con le tecnologie a disposizione, ma l'errore è sempre dietro l'angolo. Ciascun percorso potrebbe aver subito variazioni che non possono essere ricondotte a nostra responsabilità. Qui troverete indicazioni complete ma che devono essere comunque considerate solo ed esclusivamente come suggerimenti e/o consigli su cosa fare. Consigliamo di attrezzarsi sempre ed adeguatamente con mappe di riferimento e di tutto il necessario per essere indipendenti. Faremo tesoro delle Vostre osservazioni, di tutte le variazioni e/o inesattezze che troverete durante le vostre escursioni.

-Accesso stradale : la zona è molto ampia e dovrei indicare una moltitudine di strade di accesso così come linee ferroviarie, autolinee ecc., penso che mi scuserete se vi dico che il web offre una moltitudine di possibilità e così poter trovare ciò che ti è utile per un approccio con i tuoi mezzi o usufruendo dei mezzi che ti offrono le realtà locali.

TABELLA DELLE DIFFICOLTA'

Distanza
Distanza
Dislivello
Dislivello
Preparazione
Difficoltà
Difficoltà
km
km
m
metri
percorso
percorso
da
a
da
a
(indicata nella mie tabelle)
CAI
0
15
0
100
minima
Itinerari facili
TC
16
20
101
300
intermedia
Itinerari medio-facili
MC
21
30
301
max 500
intermedia
Itinerari medi
BC
30
35
501
1000
avanzata
Itinerari medio-difficili
OC
36
100
1001
3000
avanzata
Itinerari difficili
EC

Ora passiamo al nostro viaggio , ovvero dove preparare la nostra escursione in MTB e i dati per effettuarla :

Passo 1 : Individua sotto la zona

Passo 2 : Individua il percorso nella zona scelta e raccogliendo i dati messi a disposizione nella pagina dedicata ai percorsi.

I percorsi sono in continuo aggiornamento. tenetevi in contatto.

LE ZONE DI RIFERIMENTO PER LA SCELTA DEI PERCORSI
A   La Valle Staffora     La bassa e media Valle Staffora, le valli Nizza, Ardivestra e Luria.
B   L'Oltrepò Pavese orientale    Composto dalle valli dei torrenti Coppa, Ghiaia di Borgoratto e Montalto, le Valli Scuropasso, Versa, e Bardonezza. Percorsi delle colline  della produzione vinicola dell'Oltrepò Pavese
C   L'Oltrepò Pavese montano    Le montagne dal Monte Alpe al Monte Penice, a valle Staffora alta fino ai crinali tra la Cima Colletta e il Monte Lesima e tra il Monte Boglelio e Chiappo. Percorsi panoramici sui crinali dell nostre più importanti montagne e vie sentieristiche di assoluta importanza. La scelta è riservata ai "bikers" più esperti, ma anche il  meno esperto può trovare molti sentieri da percorrere.
D  Bassa e media Valle Curone, le Valli Grue e Ossona    I Sentieri del Monte Vallassa, il crinale tra le Valli Curone e Staffora, i sentieri di Garbagna, le Colline tortonesi tra le Valli Grue e Ossona, sulle strade di Fausto e Serse Coppi.
E   L'alta Val Curone    Il Crinale tra i Monti Giarolo ed Ebro, Il Crinale tra i Monti Boglelio e Chiappo
F   I Sentieri delle Valli Borbera e Spinti    Il Torrente Borbera delimita a nord nord-ovest fino ad Arquata Scrivia dove prosegue fino ad incunearsi nella Valle Vobbia unendosi alla Valletta del torrente Agnellasca al vertice dove è situatata la Cappella di San Fermo
G  Il Monte Alfeo e la Val Boreca    A nord confina con i crinali del Monte Lesima,ad ovest la zona è delimitata dal crinale che da Capanne di Cosola corre fino al Monte Carmo prosegue a sud lungo il crinale verso il Passo della Madddalena passando dal monte Pecoraia, scende lungo la strada per Gorreto e costeggia la Val Trebbia fino a Ponte Organasco.
H  Il Parco Regionale del Monte Antola    Zona delimitata dal Parco Regionale del Monte Antola che si spinge a sud fino a Torriglia, a ovest al Fiume Trebbia, a est al Fiume Scrivia, e a nord si incunea nel tratto di crinale tra i Monti Antola e Chiappo
I    Il Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo e la Valle Scrivia    Ad est da torrente Scrivia ed Ovest da Torrente Stura, a Nord la delimitazione comprende da Serravalle i paesi Gavi, Bosio, Mornese, Lerma fino al Torrente Stura, mentre a sud una linea immaginaria unisce Campomorone a Campo Ligure

L  Valli Trebbia, Aveto e Nure
Altre zone adiacenti le Quattro Province, Liguria

-Individuata la zona di tuo interesse vai alla Pagina dei Percorsi e ...... buona pedalata

DIRITTI

-Tutti i contenuti del testo, foto e video del sito www.oltresentieri.com sono di proprietà intellettuale del webmaster e sono soggetti a "Riproduzione Riservata", ne è quindi vietata, ai sensi della Legge 633/41, la riproduzione, anche parziale, senza esplicita autorizzazione scritta. Non sarà mai un problema esaudire richieste di uso di file, foto, o video, basta solo usare la cortesia di chiedere, come abbiamo fatto noi qui su questo sito per tutto ciò che non è farina del nostro sacco. E' pur sempre una buona norma di convivenza che tutti dovrebbero usare. Leggi comunque i "termini di condizioni ed uso"